Informazioni >> Gnatologia >> Quando rivolgersi ad uno Gnatologo

Quando rivolgersi ad uno Gnatologo

Lo scopo di questo articolo è quello di informare il paziente delle sintomatologie più comuni che necessitano dell’intervento dello Gnatologo. E’ importante comunque sottolineare che la gnatologia rimane una scienza in alcuni casi fortemente astratta, di conseguenza non è possibile fornire una catalogazione esatta di tutte le possibili sintomatologie che possono variare da caso a caso.

In linea generale quindi, queste sono le problematiche più comuni che richiedono l’intervento di uno Gnatologo specializzato:

  • difficoltà all’apertura e chiusura della bocca (disturbi delle articolazioni temporo-mandibolari)
  • dolori al viso al collo sotto la mandibola e alla nuca anch’essi in funzione di una malocclusione
  • Vi sono poi i sintomi posturali alla schiena che possono irradiarsi alle gambe che comunque vanno valutati dallo gnatologo. A causare questi sintomi (disfunzione cranio-mandibolare) sono spesso procedure odontoiatriche eseguite senza attenzione ai muscoli e alle articolazioni: semplici otturazioni, protesi fisse o mobili, ortodonzia (spostamento dei denti) fissa o mobile.
Dr. Roberto Rea

 

I nostri centri