Tutto sulla Gnatologia

1.Patologie gnatologiche complesse

Oltre alle problematiche gnatologo-connesse più frequenti trattate nell’articolo “Cos’è la Gnatologia“, esistono anche delle particolari patologie, generalmente più complesse, che vanno trattate con specifici protocolli e che richiedono metodologie cliniche più complesse. Parliamo in particolari di patologie quali Lussazione della mandibola, blocco della mandibola e relative manovre di sblocco, terza classe scheletrica, chirurgia della mandibola […]

Leggi tutto

2.Tensioni cervicali e malocclusioni

Alcune malocclusioni possono causare dolori alla nuca e alle spalle. Se la cervicalgia é accompagnata da disturbi della masticazione bisogna consultare uno specialista di gnatologia che può alleviare le sofferenze grazie alla riabilitazione dell’organo della masticazione evitando l’uso di antiinfiammatori e antireumatici. Il paziente sperimenta un senso di dolore e di fastidio cervicale prolungato che […]

Leggi tutto

3.Rumori quando si apre la bocca: Come trattarli

I rumori in apertura e chiusura della bocca si dividono clinicamente i due categorie fondamentali: quelli che passano aprendo e chiudendo la mandibola in avanti (come per spezzare un filo con gli incisivi) e quelli che non passano avanzando la mandibola. Per i primi é corretto l’uso di un dispositivo di avanzamento della mandibola (nella […]

Leggi tutto

4.La cura del morso incrociato

Il disgiuntore di sutura è un dispositivo rapido, efficace e indicato per il morso incrociato scheletrico con affollamento dell’arcata superiore. Agisce allontanando i due processi ossei palatini aprendo la sutura (cosa possibile prima dei 25 anni). Il segno della disgiunzione è l’apertura di uno spazio (diastema) tra i due incisivi superiori. Tutto questo favorisce l’alloggiamento […]

Leggi tutto

5.Come viene costruito il bite?

Fino ad oggi si seguivano due strade: una standard con il bite più basso possibile che svincolasse o riposizionasse la mandibola secondo principi gnatologici classici. E una strada intuitivo-creativa che si basava sull’abilità del clinico. Oggi abbiamo una terza via che sfrutta la collaborazione di professionisti con diverse competenze: il dentista gnatologo e il posturologo […]

Leggi tutto

6.Cefalea da malocclusione

La cefalea da malocclusione, è un disturbo di cui soffre una percentuale elevata di individui. Le più frequenti sono emicranie e cefalee muscolotensive. Queste ultime sono spesso in rapporto con un disturbo occlusale e si giovano di una riabilitazione dell’organo della masticazione che può essere ortodontica o protesica (comunque effettuate da professionisti esperti di gnatologia). […]

Leggi tutto

7.Neuro Odontoiatria

Il cavo orale è una zona di grande “significatività neurologica”: tanto per fare un esempio, la lingua percepisce un capello come un oggetto enorme. Dal punto di vista motorio, ci sono riflessi che partono dai denti (pressocettori) e provocano una variazione dell’attività motoria spesso immediate come accade quando si incontra un aggetto duro nel bolo […]

Leggi tutto

8.Trattamento gnatologico del morso aperto

Queste due immagini dimostrano il significato della protesi gnatologica: si può notare come un morso aperto con dislocazione della mandibola (Immagine 1) possa essere curata con un corretto riposizionamento della mandibola (Immagine 2) effettuato con una programmazione protesica dei quadranti posteriori.

Leggi tutto

9.Indagini elettro funzionali dell’organo della masticazione

Negli ultimi anni stanno gradualmente cadendo le riserve del mondo odontoiatrico verso i sistemi informatici. La computerizzazione ha trovato spazi nella gestione dello studio odontoiatrico come pure nella diagnostica radiologica e visualizzazione di immagini intraorali. Una delle applicazionei più interessante dell’informatica in odontoiatria, è l’analisi elettronica dei movimenti mandibolari e dell’attività dei muscoli masticatori (elettromiografia […]

Leggi tutto

10.Lo scatto in apertura è da curare?

Lo scatto in apertura della mandibola o click mandibolare non di per sè una patologia e quindi non deve essere curata in maniera ossessiva. E’ anche vero che qualsiasi impedimento al movimento di apertura e chiusura della bocca è segno di ridotte capacità di adattamento del sistema masticatorio.Quindi bisogna essere prudenti in occasione di scelte […]

Leggi tutto

11.Se il bambino digrigna i denti

Vi siete accorti che il vostro bambino digrigna i denti? La soluzione migliore è portarlo da un esperto gnatologo per contrastare la “spremitura” dei mascellari e la formazione di un morso profondo scheletrico (gli incisivi superiori coprono quelli inferiori e la parte bassa del viso è accorciata). Nella foto si può osservare un dispositivo molto […]

Leggi tutto

12.Consulto: Denti storti

Salve, ho portato l’apparecchio mobile per anni e a causa della mia incostanza ho ottenuto scarsi risultati finchè ho mollato e l’ho tolto. Ora però a 32 anni vorrei risolvere definitivamente i miei problemi estetici e cioè il canino destro posizionato più in alto rispetto agli altri denti e l’incisivo laterale destro di forma più […]

Leggi tutto

13.Blocco della mandibola in apertura

Si tratta di un fenomeno per cui, nell’aprire la bocca (es. sbadiglio) il paziente non riesce a richiuderla. Una volta veniva definita sub lussazione delle articolazioni temporo-mandibolari ed è causata da una eccessiva escursione del condilo (C nella figura) che riamane incastrato oltre l’eminenza articolare (davanti a M).

Leggi tutto

14.Consulto: Canini inclusi

Buongiorno, Le scrivo per avere un parere e delucidazioni in merito al mio caso. Alla non più giovanissima età di 30 anni mi trovo ad avere ancora i canini superiori da latte. Sono a conoscenza di tutto ciò già da un pò di tempo ma per vari motivi ho sempre rimandato… adesso non posso più […]

Leggi tutto

15.Consulto: Insensibilità termo dororifica

Gentile Dottore, ho notato, e questo è già il secondo caso, la formazione dall’interno verso l’esterno del dente (incisivo e canino dell’arcata superiore), di cavità in cui si va ad inserire la gengiva, per cui quella parte del dente mi appare di colore rosa. Vorrei avere un parere sulla natura e sulla causa di tale […]

Leggi tutto

16.Consutlo: Smalto dentale usurato

Salve, ho 20 anni. Non ho mai messo apparecchi, poichè il mio dentista ha sempre sostenuto che avessi una dentatura perfetta, nonostante ciò l’ anno scorso recandomi dall’ igenista per la consueta pulizia mi ha fatto notare che a causa di un non corretto spazzolamento dei denti avevo usurato lo smalto dentale. Guardandomi allo specchio […]

Leggi tutto

17.La gnatologia oggi sempre più importante.

La gnatologia assume importanza crescente per una serie di fattori: – Trattamenti odontoiatrici sempre più estesi ed invasivi. – Regime di vita sempre più stressante. – Evoluzione della conoscenza di meccanismi posturali e masticatori. Purtroppo manca un’adeguata diffusione sul territorio della figura dello gnatologo. Il motivo è la difficoltà della disciplina e la necessità di […]

Leggi tutto

18.Cos’è la deprogrammazione in gnatologia

Si tratta di un meccanismo complesso ma semplice da comprendere. Quando i denti entrano in contatto i muscoli masticatori sono “programmati” a guidare la mandibola in un punto definito detto occlusione abituale. Basterà interporre tra le arcate un rotolo di cotone o una matita in orizzontale per deprogrammare il sistema neuro-muscolare. Questa funzione viene svolta […]

Leggi tutto

19.CORRELAZIONE TRA ATM ED ACUFENI

CORRELAZIONE TRA ATM ED ACUFENI Alterazioni e problemi dell’articolazione tra mandibola e cranio ,in particolare articolazione temporo-mandibolare- ATM, possono in alcuni casi causare la percezione dell’acufene o amplificarne l’intensità. Alcune componenti dell’orecchio medio hanno un’origine comune con la mandibola e l’ATM, quindi sono funzionalmente collegati anche alla muscolatura masticatoria e mimica. Sembra che  la principale […]

Leggi tutto

20.DISFUNZIONE DELL’ATM E POSTURA GNATOLOGICA

DISFUNZIONE DELL’ATM E POSTURA GNATOLOGICA La GNATOLOGIA è la disciplina odontoiatrica che comprende lo studio della posizione spaziale tra le basi ossee mascellari e mandibolari, della funzione articolare propria dell’Articolazione Temporo-Mandibolare -ATM- e quindi del contatto tra le due arcate dentali antagoniste. Per permettere all’organo boccale di svolgere le sue funzioni fisiologiche correttamente quali deglutizione, fonazione […]

Leggi tutto

21.Quando rivolgersi ad uno Gnatologo

Lo scopo di questo articolo è quello di informare il paziente delle sintomatologie più comuni che necessitano dell’intervento dello Gnatologo. E’ importante comunque sottolineare che la gnatologia rimane una scienza in alcuni casi fortemente astratta, di conseguenza non è possibile fornire una catalogazione esatta di tutte le possibili sintomatologie che possono variare da caso a […]

Leggi tutto

22.Cos’è la Gnatologia?

Che cos’è la Gnatologia? La gnatologia è la scienza del morso: è lo studio del modo con cui i denti si incontrano, ovvero l’occlusione, e porta ad analizzare la rete di muscoli che muovono la mandibola e le articolazioni temporo-mandibolari; quest’ultime regolano tutti movimenti mandibolari ovvero masticazione, fonazione, respirazione e serramento-digrignamento. La gnatologia è una […]

Leggi tutto

23.Bite in Gnatologia

Il bite viene usato con più finalità distinte: curativa: rilassamento dei muscoli, decompressione delle articolazioni e riposizionamento della mandibola. diagnostica: per capire se esiste una relazione di causa-effetto tra un disordine occlusale e i sintomi disfunzionali (cefalea, rumori articolari, disturbi auricolari , dell’equilibrio e problemi posturali). Il bite ben costruito finisce per causare rilassamento e […]

Leggi tutto

24.Visita Gnatologica

Cos’è e come viene eseguita La visita gnatologica consiste in una attenta valutazione diagnostica ed approfondita di molteplici aspetti gnatologici del paziente con una conseguente raccolta scrupolosa di tutte le informazioni circa la storia clinica del paziente. Tale approfondimento specialistico viene eseguito dallo specialista della Gnatologia, ovvero l’esperto di occlusione, di ATM (articolazioni temporo-mandibolari) e […]

Leggi tutto

1.Dolori muscolari da disordini occlusali

    Alcuni tipi di malocclusione, soprattutto quelle causate da estrazioni e protesi squilibrate, possono dare origine a dolori facciali (cefalee), al collo e alle spalle, alla colonna vertebrale (disturbi posturali), alle articolazioni temporo- mandibolari (contigue alle orecchie). In questi casi c’è bisogno dello gnatologo che effettuerà una corretta diagnosi e una terapia con i […]

Leggi tutto

2.Morso incrociato e problemi posturali

Può esistere una correlazione tra morso incrociato e problemi posturali? La risposta non può essere immediata, il problema infatti può essere complesso. In genere infatti esistono due scuole di pensiero, ovvero chi nega alcun rapporto e chi raccomanda di risolvere l’asimmetria funzionale.  Ricordiamo che il morso incrociato consiste in una deviazione laterale della mandibola. Noi siamo a mezza […]

Leggi tutto

3.Consulto: Infiammazione Articolazione Tempo Mandibolare (ATM)

Buongiorno, con vari specialisti stiamo valutando la possibilità che io soffra di infiammazione dell’Articolazione Tempo Mandibolare (ATM). Vorrei porre una domanda: questo problema può provocare l’ingrossamento di linfonodi sul collo e sotto la nuca (ne ho 2 di tipo reattivo in quelle sedi come da eco effettuata)? Ho acufene all’orecchio sx, è sempre correlato? Grazie. […]

Leggi tutto

4.Correggere malocclusioni a volte crea danni

La terza classe scheletrica e dei molari (in chiusura i molari inferiori sono molto in avanti nei confronti degli inferiori) può essere accompagnata da un morso incrociato anteriore oppure no. Nella foto in alto si osserva un morso inverso. Dopo il trattamento ortodontico (funzionale), lo gnatologo, può far ottenere un miglioramento nel rapporto degli incisivi. […]

Leggi tutto

5.Il Click della mandibola: quando preoccuparsene?

Le più moderne conoscenze di fisiopatologia neuromuscolare hanno mostrato che le artropatie temporo-mandibolari sono l’espressione di un quadro di disordine più vasto che investe l’intero apparato stomatognatico e può coinvolgere anche altri apparati. L’alterazione più comunemente riscontrata da parte dello Gnatologo è la patologia intracapsulare che clinicamente esordisce con una piccola vibrazione o rumore, netto, più […]

Leggi tutto

6.Diagnosi di bruxismo

La diagnosi del bruxismo è sempre stata indiretta. Vediamo i segni clinici e i sintomi che ci devono fare sospettare di bruxismo: Dolore all’ATM (Articolazione Temporo-Mandibolare) Usura dentale Ipersensibilità dentinale Rumori durante il sonno riferiti da un’altra persona Cefalea al risveglio Ingrossamento dei muscoli mascellari Mobilità dentali non giustificate da fattori occlusali o paradontopatia da […]

Leggi tutto

7.Bruxismo: che cos’è e qual è il rimedio

Il bruxismo è un fenomeno involontario costituito dal digrignamento dei denti e rappresenta una condizione abbastanza diffusa tra la popolazione. In primis, il paziente affetto da bruxismo deve sottoporsi a test per diagnosticare un’eventuale patologia a carico della cavità orale; il problema potrebbe infatti derivare da alcune patologie (in genere condizioni psicologiche e disturbi della masticazione). […]

Leggi tutto

8.Acufeni

Acufeni: cosa sono e come trattarli Per acufeni si intende rumori di varia entità (fischi, ronzii, sibili) che il paziente avverte in condizione di silenzio ambientale. Le cause degli acufeni sono molteplici e possono riguardare anche il sistema masticatorio, nel senso che un ipertono dei muscoli cranio-mandibolari, può essere un fattore scatenante gli acufeni. Di […]

Leggi tutto

9.Lussazione alla mandibola,cosa fare

La lussazione mandibolare è la fuoriuscita del condilo dalla posizione in massima apertura (spiazzamento anteriore del condilo). Ciò provoca un blocco in apertura che può essere ridotto o dal paziente o da un esperto (ortopedico o gnatologo). I sistemi per evitare la lussazione sono chirurgici o fisioterapici. A lungo andare la lussazione diventa recidivante e […]

Leggi tutto

10.Dolori alla mascella

Dolori alla mascella:perché si sviluppano e cosa bisogna fare Il dolore localizzato nel mascellare superiore ( tra i denti e gli zigomi ) può essere dovuto a una serie di fattori: sinusite, disfunzione cranio-mandibolare, dolore dentario (della polpa o del parodonto) e nevralgia del trigemino. Per una corretta diagnosi è bene riferirsi ad uno gnatologo […]

Leggi tutto

11.Malocclusione funzionale e strutturale

Nello studio occlusione dentale si considerano due elementi uno strutturale e uno funzionale (hardware/software). L’hardware del sistema masticatorio è formato dall’architetture delle arcate dentali e dal rapporto con le strutture craniche (mandibola, mascellare e articolazioni). Il software occlusale è determinato dal sistema neuro-muscolare (v. neuro-odontoiatria). Quindi la malocclusione è un mix di anomalie strutturali e […]

Leggi tutto

12.Vertigini gnatologia

Vertigini in gnatologia: quando possono presentarsi Le vertigini, spesso riportate dai pazienti disfunzionali come senso di instabilità, possono essere associate a mal occlusioni e soprattutto a sintomi disfunzionali e disordini posturali (dolori alla schiena e al collo). Lo gnatologo è in grado di valutare la concomitanza tra disturbi dell’equilibri e disordini disfunzionali delle ATM.

Leggi tutto

13.Incoordinazione mandibola

Incoordinazione mandibola: cos’è e quando si verifica Si tratta di una mancanza di coordinazione tra il disco articolare e il condilo (le due componenti dinamiche delle articolazioni temporo-mandibolari). Quando aumenta la pressione all’interno dell’articolazione si può verificare l’incoordinazione con una serie di sintomi quale difficoltà all’apertura, rumori di scatto o di sfregamento oppure dolore alle […]

Leggi tutto

14.Blocco mandibola

Che cos’è il blocco della mandibola Si tratta di un fenomeno per cui, nell’aprire la bocca (es. sbadiglio) il paziente non riesce a richiuderla. Nella storia recente della medicina, il blocco della mandibola veniva definito come “sub lussazione delle articolazioni temporo-mandibolari”. Cause e rimedi al blocco mandibolare Il blocco della mandibola è causato da una […]

Leggi tutto

15.Fischi alle orecchie,cause e correlazioni gnatologiche

Fischi alle orecchie, cause e correlazioni gnatologiche I cosiddetti acufeni (fischi o ronzii alle orecchie) possono essere in relazione con fenomeni di bruxismo e serramento dei denti. Soprattutto gli acufeni recenti possono rispondere positivamente all’uso di un ortotico progettato dallo gnatologo per contenere il bruxismo. Spesso gli acufeni si associano a sintomi disfunzionali quali cefalea, […]

Leggi tutto

16.Cefalea da malocclusione

Come un Dentista o uno Gnatologo può intervenire in casi di mal di testa da malocclusione? La cefalea è un disturbo di cui soffre una percentuale elevata di individui. Le più frequenti sono emicranie e cefalee muscolo-tensive. Queste ultime sono spesso in rapporto con un disturbo occlusale e si giovano di una riabilitazione dell’organo della […]

Leggi tutto

17.Come risolvere il blocco di apertura della bocca

Molti pazienti soffrono di problemi alle ATM (articolazioni temporo-mandibolari) che si evidenziano con difficoltà all’apertura e chiusura della bocca fino ad un vero e proprio blocco con sintomi quali tensione muscolare, dolore o senso di ovattamento auricolare. In questi casi è difficile trovare specialisti esperti nel settore. In questi casi ci si deve affidare ad […]

Leggi tutto

18.Come risolvere il blocco della mandibola

Cosa si fa quando non si apre bene la bocca ? Prima di tutto bisogna rivolgersi a dentisti esperti e con competenze specifiche; all’interno dei nostro centri lavoriamo la tendenza generale è quella di lavorare in equipe di più specialisti. La sinergia tra questi specialisti permetterà di riposizionare il disco articolare scivolato davanti al condilo […]

Leggi tutto

19.La bocca non si apre più come prima

  Per varie ragioni la bocca può non aprirsi completamente. La ragione più seria é quella di un blocco delle articolazioni temporo-mandibolari ; possono esserci poi motivi contingenti come ad esempio una pericoronite di un ottavo (dente del giudizio) in disodontiasi (non ancora fuoriuscito del tutto). Nelle articolazioni c’é un menisco che per qualche ragione […]

Leggi tutto

20.Digrignare

Cos’è il digrignamento dei denti (o anche detto bruxismo)   Il digrignamento dei denti è un fenomeno particolarmente frequente in età adulta ma anche in età giovanile è possibile riscontrare simili eventi. Il Digrignamento può avvenire sia nel corso della notte nella fase REM oppure in momenti di sonno leggero. Può inoltre essere presente in […]

Leggi tutto

21.Morso Aperto

  Cos’è il Morso Aperto IL morso aperto é una malocclusione primitiva caratterizzata dal non contatto dei denti in occlusione che lasciano una beanza di solito occupata dalla lingua a riposo. Soluzione terapeutiche del Morso Aperto A seconda della gravità si potranno adottare le seguenti soluzioni: terapia radicale: intervento maxillo-facciale che riporterà i mascellari ad […]

Leggi tutto

22.Lussazione condilo mandibola

Lussazione condilo mandibola:che cos’è e come è possibile risolverlo La lussazione della mandibola rientra in una patologia denominata incoordinazione condilo discale. Normalmente il disco articolare (in viola nell’immagine) si muove in sincrono con il rispettivo condilo nei movimenti di apertura e chiusura della bocca. In particolari condizioni il coordinamento si perde e si possono avere […]

Leggi tutto

23.Morso profondo

Morso profondo: cos’è e come si cura Si tratta di una malocclusione caratterizzata dall’eccessiva chiusura della bocca con la totale copertura dei denti inferiori da parte dei superiori (v. foto). La profondità deriva dall’azione eccessiva dei muscoli elevatori mandibolari durante la fase di crescita per cui lo scheletro facciale non si sviluppa adeguatamente sul piano […]

Leggi tutto

24.Dolori al viso e al collo

Molti pazienti riferiscono dolori al viso, al collo, alla testa e all’orecchio che, per qualche ragione, sono in relazione con i denti (occlusione o singoli denti cariati o infetti con granulomi). Di solito il paziente si rivolge ad un neurologo oppure (soprattutto per l’orecchio) ad un otorinolaringoiatra oppure ad internet per cercare di risolvere il […]

Leggi tutto

25.Morso Incrociato

Morso Incrociato, cos’è Il morso incrociato è di fatto una malocclusione primitiva dovuta ad un’asimmetria delle due arcate dentarie che non combaciano e costringono la mandibola a posizionarsi lateralmente per occludere bene (chiusura dei denti). Di solito il dentista si accorge in tempo dell’anomalia come pure il pediatra attento allo sviluppo scheletrico del bambino; i […]

Leggi tutto

1.Come si analizza l’organo della masticazione

Negli ultimi anni stanno gradualmente cadendo le riserve del mondo odontoiatrico verso i sistemi informatici.  La computerizzazione ha trovato spazi nella gestione dello studio odontoiatrico come pure nella diagnostica radiologica e visualizzazione di immagini intraorali. Una delle applicazionei più interessante dell’informatica in odontoiatria, è l’analisi elettronica dei movimenti mandibolari e dell’attività dei muscoli masticatori (elettromiografia […]

Leggi tutto

2.Risonanza Magnetica della mandibola

Risonanza Magnetica della mandibola, a cosa serve? L’esame della Risonanza Magnetica delle ATM (articolazioni temporo-mandibolari) serve allo gnatologo per capire il comportamento del disco articolare nelle varie fasi dell’apertura e chiusura della bocca. Un esame completo si chiama cine risonanza ed è costituito da una serie di fotogrammi che descrivono, con un video, i movimenti […]

Leggi tutto

1.Differenze tra gnatologo, ortodontista e chirurgo maxillo facciale

    Lo gnatologo è un esperto di occlusione, di ATM (articolazioni temporo-mandibolari) e riabilitazioni implanto protesiche. L’ortodontista è uno specialista nello spostare i denti per conseguire un’occlusione ideale; per lui la gnatologia è una competenza “collaterale” (è costretto ad occuparsene). Lo stesso dicasi per il chirurgo maxillo facciale a cui molti pazienti si rivolgono […]

Leggi tutto

2.Sindrome biomeccanica posturale (SBP), una nuova entità posturale

    E’ nato ufficialmente un nuovo approccio ai problemi posturali causati da malocclusione: 16 Università italiane ed estere e un equipe di 20 specialisti si sono coordinate per giungere a soluzioni diagnostiche e terapeutiche condivise. In particolare due sono le figure fondamentali per il trattamento delle disfunzioni cranio-temporo-mandibolari: lo gnatologo e il posturologo. Il […]

Leggi tutto

3.LA SOFFERENZA DEI PAZIENTI CON PROBLEMI GNATOLOGICI

Una serie di disturbi derivano da malocclusioni. I pazienti che soffrono di tali disturbi, vivono due situazioni di disagio e sofferenza in aggiunta al quadro clinico: è ormai noto che molto spesso questi pazienti vagano da specialista a specialista, eseguendo gli esami più disparati, senza che alcun medico sappia indicare la soluzione dei problemi. Oppure […]

Leggi tutto

4.Procedura per la creazione di un bite

Quale è la procedura per la creazione di un bite gnatologico? Di prassi si seguono due strade: una standard con il bite più basso possibile che svincolasse o riposizionasse la mandibola secondo principi gnatologici classici una strada intuitivo-creativa che si basava sull’abilità del clinico. Di recente però è nata una terza via che sfrutta la […]

Leggi tutto

5.Blocco delle articolazioni temporo-mandibolari

Per varie ragioni la bocca può non aprirsi completamente. La ragione più seria é quella di un blocco delle articolazioni temporo-mandibolari; possono esserci poi motivi contingenti come ad esempio una pericoronite di un ottavo (dente del giudizio) in disodontiasi (non ancora fuoriuscito del tutto). Nelle articolazioni c’é un menisco che per qualche ragione si posiziona […]

Leggi tutto

6.Dente del giudizio e gengive

Osservando bene questa immagine, noterete a destra un dente in nero il dente del giudizio (un’ottavo) fuoriuscito in quanto manca l’antagonista (l’ottavo superiore). L’autore di questa ricerca, uno scienziato di cinquant’anni fa, ha studiato come in circostanze analoghe, le gengive (e il parodonto) del lato opposto all’ottavo, possano avere sofferenze evidenti. Nella nostra esperienza abbiamo […]

Leggi tutto

7.Danni dopo un’estrazione di un ottavo incluso

Si tratta di una patologia nota come disfunzione cranio-mandibolare post estrattiva, quasi sempre in rapporto con l’estrazione del’ottavo inferiore in disodontiasi (incluso). Nell’estrarre un ottavo inferiore non ancora ben fuoriuscito, capita di sottopone il paziente a due stress fisici: mantenere a lungo la posizione di massima apertura e applicazioni di forze torcenti sulle ATM (legamenti […]

Leggi tutto

8.Morso aperto e postura

Il morso aperto é una malocclusione primitiva caratterizzata dal non contatto dei denti in occlusione che lasciano una beanza di solito occupata dalla lingua a riposo. A seconda della gravità, lo gnatologo può adottare le seguenti soluzioni: 1) terapia radicale: intervento maxillo-facciale che riporterà i mascellari ad un rapporto fisiologico. 2) intervento minimale di tipo gnatologico […]

Leggi tutto

9.Finalmente sonni tranquilli: basta russare

Basta russare! Ad ognuno di noi può capitare sporadicamente di russare, ma se accade frequentemente, può influenzare la qualità del sonno e la sua durata. Studi dimostrano che circa il 40% della popolazione russa. Durante il sonno, i muscoli del collo e della faringe si rilassano restringendo le vie aeree superiori. Il flusso d‘aria vi transita ad […]

Leggi tutto

10.Bite e postura: il lavoro dello gnatologo

Il sistema motorio dell’uomo è organizzato per contrastare due forze: quella di gravità e quella centrifuga. La postura, ovvero la posizione che il corpo assume per contrastare tali forze, richiede un costante adattamento. La postura è condizionata dalla testa e dai muscoli della masticazione e del collo che sono in stretta relazione tra loro e […]

Leggi tutto

11.Fumare nuoce gravemente alla salute…anche a quella del cavo orale!

E’ ormai noto che il fumo da sigaretta è tra le principali cause di tumore ed infarto. Spesso però non consideriamo le conseguenze che questa cattiva abitudine ha sulla salute del cavo orale, tra cui danni ai tessuti orali e periorali, viso, denti e gengive. Per non parlare delle ricadute, spesso pesanti, sulla sfera personale […]

Leggi tutto

12.Il bruxista può fare impianti?

Le case implantari consigliano di evitare l’implantologia in pazienti bruxisti. Ma noi diremmo che, seguendo criteri giusti, si potrebbe ridurre al minimo il rischio di insuccesso dell’integrazione. I criteri sono: un impianto per ogni pilastro, impianti di lunghezza e diametro adeguati (evitare mini impianti o impianti con diametro inferiore a 4.2 mm), impiego di materiali […]

Leggi tutto

13.Dopo lo sblocco dei tutori per la bocca

Immediatamente dopo lo sblocco, eseguito da un fisioterapista esperto, si ottiene una apertura completa della mandibola che si stabilizza con un ortotico immediato superiore da usare 24h ininterrottamente. Dopo 15 giorni si crea un ortotico inferiore diurno che consente l’eloquio e la masticazione di cibi non resistenti. Nell’immagine si può notare un ortotico molto particolare […]

Leggi tutto

14.Visita Gnatologica anmenesi

Quali sono le informazioni nella fase di anamnesi di una visita gnatologica? La finalità dell’anamnesi in gnatologia è quella di capire qual è il percorso, fisico e mentale, che ha portato il paziente a richiedere una prestazione gnatologica. L’anamnesi remota raccoglie informazioni in merito a trattamenti ortodontici avuti nell’infanzia (durata e tipologia) o a traumi […]

Leggi tutto

15.Storia della Gnatologia

Etimologia del nome Gnatologia L’etimo della gnatologia è scienza del morso: quindi lo studio correlato al modo con cui i denti si incontrano (occlusione) porta ad analizzare una rete di muscoli che muovono la mandibola e le articolazioni (temporo- mandibolari);queste regolano tutti movimenti mandibolari (masticazione, fonazione, respirazione e serramento-digrignamento). Storia della Gnatologia Gli studi sono […]

Leggi tutto

16.Il “molaggio selettivo” limare i denti con cautela e sapienza

In alcune circostanze lo gnatologo può decidere di “limare” le cuspidi dei denti. I rapporti occlusali tra le due arcate sono definiti dall’incontro delle cuspidi per la triturazione del cibo (cuspidi di stampo) e la frantumazione del bolo (cuspidi di taglio). Lo gnatologo ha esperienza e conoscenza per decidere quando, dove, e come fare il […]

Leggi tutto

17.Manovra sblocco mandibola

La mandibola può bloccarsi (locking) per uno scivolamento del disco articolare. In questi casi è essenziale agire su due livelli: localmente con manovre specifiche manuali: O strumentali (una leva che spinga meccanicamente in basso il condilo mandibolare creando lo spazio per un riposizionamento del disco). Ma nello stesso tempo, occorre agire sull’intero organismo (approccio olistico) […]

Leggi tutto

18.Come costruire il bite?

Fino ad oggi si seguivano due strade: una standard con il bite più basso possibile che svincolasse o riposizionasse la mandibola secondo principi gnatologici classici. E una strada intuitivo-creativa che si basava sull’abilità del clinico. Oggi abbiamo una terza via che sfrutta la collaborazione di professionisti con diverse competenze: il dentista gnatologo e il posturologo-gnatologo […]

Leggi tutto

19.Bite per il riposizionamento della mandibola

Bite per il riposizionamento della mandibola: cosa sono I bite ( meglio definiti ortotici) sono dei plantari della bocca (apparecchi ortopedici). La loro funzione è quella di agire sul sistema cranio-mandibolare rilassando i muscoli e sollevando il carico su denti e articolazioni (ATM). In certi casi la mandibola deve essere riposizionata per ripristinare una corretta […]

Leggi tutto

20.La lingua di grande dimensione fa allargare i denti.

Un lettore ci parla di un suo problema abbastanza delicato: in sintesi di notte si accorge di spingere sugli incisivi che si stanno distanziando tra loro. I segni sono fondamentalmente due: la parte esterna della lingua si configura con un quadro caratterizzato dall’impronta lasciata dai denti (festonatura del margine linguale). Se il parodonto è saldo […]

Leggi tutto

21.Articolazioni temporo mandibolari – ATM

Si tratta di articolazioni del tutto particolari: sono doppie e lavorano simultaneamente. I condili fuoriescono dalla cavità durante l’apertura della bocca accompagnati da un cuscinetto (disco o menisco articolare). Foto 1 – Esempio di ATM   Foto 2 – Schema ATM Quando il disco scivola in avanti provoca quel fastidioso rumore di click in apertura […]

Leggi tutto

22.Bite denti

Bite denti: cos’è il bite e tipologie Il bite è un “plantare della bocca”, quindi un dispositivo ortopedico che deve essere impiegato da un odontoiatra (meglio odontostomatologo, medico specialista) esperto di gnatologia. Questo perché il bite agisce sui muscoli della masticazione e sulle articolazioni temporo-mandibolari. Si distinguono in due grandi categorie: superiore notturno detto di […]

Leggi tutto

23.Morso Incrociato Danni Articolari

Il morso incrociato può creare danni articoli? In un lavoro scientifico condotto tra l’Università di Napoli e quella di Milano, su una popolazione significativa di 1291 giovani intorno i 12 anni, si è stabilito che il morso incrociato laterale non comporta nessun tipo di patologia articolare (ATM) correlato. Speriamo che altri studiosi analizzeranno lo stesso […]

Leggi tutto

24.Slocco mandibola gnatologo

Sblocco mandibola gnatologo: quali sono i movimenti che lo gnatologo esegue per sbloccare una mandibola Il blocco dei condili mandibolari può dipendere da due cause: un semplice dislocamento discale oppure dislocamento con aderenze. Nel primo caso basta una manipolazione eseguita da mani esperte, nel “distrazione condilare” (abbassamento manuale del condilo). Dopo le adeguate manovre bisogna […]

Leggi tutto

25.Normativa sulla privacy e utilizzo cookies

Informativa sulla privacy e utilizzo cookies  per il presente sito internet, ai sensi dell’art. 13 del Regolamento del 27/04/2016, n. 679). 1. Perché questa informativa? L’accesso al sito www.eccellenzamedica.it , o presso tutti i siti delle singole specializzazioni mediche, ( di seguito “Sito”) e l’utilizzo del servizio fornito dallo stesso da parte degli utenti e/o della […]

Leggi tutto

I nostri centri